Domenica, 14 Luglio 2024

                                                                                                                                                                             

 

                                                                                                                                                                                                          

C Cultura|Società

DINAMICA E IN LINEA CON LE ESIGENZE DEL TERRITORIO, L’OFFERTA FORMATIVA DELL’UNIRC PER L’A.A 2024-25

Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

“Il tuo futuro merita una riflessione”. È questo l’invito che l’Università Mediterranea di Reggio Calabria fa ai neo diplomati che non sanno, ancora, quale corso di studi intraprendere e quale facoltà scegliere dopo il diploma. L’UniRC si candida come ‘possibile’ scelta offrendo una sempre più ampia scelta di corsi di laurea. Proprio, questa mattina, presso  l’Aula Magna “Antonio Quistelli”, il Rettore professor Giuseppe Zimbalatti, insieme al professor Antonino Vitetta Prorettore Delegato alla Didattica, alla professoressa Rossella Marzullo Prorettrice Delegata alle attività di Orientamento, alla  Prorettrice Vicaria Francesca Fatta  e Isabella Scardino Presidente del Consiglio degli Studenti, hanno presentato l’offerta formativa e i servizi dedicati agli studenti per l’anno accademico 2024-25. Si è detto molto soddisfatto dell’anno accademico concluso e di quello che sta per prendere avvio il Rettore Zimbalatti: «anche se non sono ancora ufficiali, i dati di immatricolazione per questo nuovo anno sono in linea con quello precedente, e di questo ne siamo lieti; in oltre i recenti dati pubblicati da Almalaurea confermano la soddisfazione di molti nostri studenti. Oltre il 90% dei nostri laureati si è detto soddisfatto di aver scelto questa Università e, un’altissima percentuale ha dichiarato che rifarebbe la stessa scelta. In oltre, ha aggiunto, l’età media e il voto di laurea dei nostri studenti sono in linea con la media nazionale. Un risultato che ci gratifica e conferma la qualità dell’Università Mediterranea». Inoltre, ha proseguito Zimbalatti «L’Università ha come obiettivo principale la formazione di persone e di professionisti capaci di gestire le sfide più difficili di questo tempo: la lotta alle comunità inique, ai processi di sfruttamento economico e umano, alle forme di ingiustizia strutturale che diventano sempre più pervasive e che necessitano quindi di risposte specifiche ed efficaci». Per il nuovo anno accademico, l’Università Mediterranea propone percorsi formativi avanzati e può contare su punte d’eccellenza e laboratori all’avanguardia nel contesto nazionale e internazionale.  Si ampliata l’offerta formativa mediante attivazione di nuovi corsi di Laurea e l’aggiornamento dei corsi già attivi. Continua Zimbalatti: «particolarmente rilevante è l’ attivazione, in corso di valutazione per l’accreditamento iniziale, di due corsi di laurea di durata triennale in Ingegneria Meccanica nella classe delle Lauree in Ingegneria Industriale e Scienze Sportive e Diritto dello Sport nella classe delle Lauree in Scienze Motorie. Inoltre prende avvio quest’anno un curriculum in inglese di Ingegneria Civile. I servizi d’Ateneo sono stati ampliati offrendo anche servizi aggiuntivi gratuiti. L’Ateneo intende ulteriormente valorizzare l’esperienza acquisita nel progetto sperimentale di Erasmus Italiano, prima esperienza in Italia, già svolto nell’anno accademico in corso in collaborazione con l’Università di Bergamo. L’Università Mediterranea continua a valorizzare diverse macroaree, sia tecnico-scientifiche, sia umanistiche. Molto intensa è l’attività programmata relativamente all’alta formazione. All’attivazione dei 5 corsi di Dottorato di Ricerca i cui bandi sono imminenti, vanno affiancati  i numerosi Master ed i corsi della Scuola per le professioni legali, per la specializzazione per le attività di sostegno e degli insegnanti in genere». Oltre alle due proposte di attivazione di nuove lauree triennali comunicate dal Magnifico Rettore, sono stati aggiornati, specifica il Prorettore Antonio Vitetta, «gli ordinamenti didattici di tre corsi di laurea di durata triennale già attivi: è stato aggiornato e rinnovato il corso di laurea in ‘Scienze Economiche’,  il corso di laurea in ‘Ingegneria civile e ambientale per lo sviluppo sostenibile’, con 4 nuovi curricula, con la possibilità di laurearsi con piani di studio completamente in italiano, in inglese (curriculum ‘Civil Engineering’) o in modalità mista italiano-inglese; è stato, inoltre, ridefinito il corso di laurea in ingegneria industriale aggiornando i contenuti e con nuova denominazione ‘Ingegneria gestionale’ e 3 possibili curricula. Considerando gli ultimi anni, circa 3 corsi di studio su 4 sono di nuova istituzione/attivazione o con aggiornamento dell’ordinamento didattico e inoltre risultano raddoppiati i percorsi curriculari. È bene evidenziare continua Vitetta- che l’offerta formativa è sempre di più indirizzata verso la flessibilità dei percorsi di studio, come previsto dalla nuova normativa». «Le azioni di orientamento realizzate dal nostro Ateneo sono state interamente improntate sui bisogni orientativi degli studenti, ha aggiunto la Prorettrice Rossella Marzullo, questo nella convinzione che un orientamento di qualità deve fondarsi su esperienze orizzontali che vedano coinvolte scuole, centri di formazione professionale, università e agenzie per il lavoro, in una prospettiva di rete». A confermare il soddisfacimento da parte degli studenti, Isabella Scardino Presidente del Cds, che sottolinea che l’Ateneo «ogni anno si evolve e ci permette di dare voce a quelli che sono i bisogni di una comunità che cresce insieme ad esso, passo dopo passo per raggiungere quelli che sono obbiettivi comuni. La Mediterranea si mostra sempre vicina a quelle che sono le esigenze di noi studenti, sia per i servizi che offre, come: diritto allo studio, biblioteca, palestra, bus gratuito; sia per il modo in cui noi studenti veniamo accolti ed ascoltati giornalmente dal Rettore, dimostrandoci la loro vicinanza tramite l’attenzione e la cura verso il benessere all’interno degli spazi dell’Ateneo, affinché vengano vissuti a 360 gradi da tutti noi».

 


 

Ultimi Post

Le idee espresse dagli opinionisti non necessariamente debbono coincidere con quelle del direttore e dell’editore di Calabriapost.net 

..........................

 Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete  a direttore@calabriapost.net

 

top