Sabato, 22 Giugno 2024

                                                                            

C Cultura|Società

PRIMAVERA DEI TEATRI: PRIMA NAZIONALE PER IL NUOVO LAVORO DI PIER LORENZO PISANO

Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Una storia d’amore con due voci narranti che, come spesso accade, inizia con un primo incontro casuale, poi un caffè al bar, e finisce con un totale, di appuntamenti, viaggi, oggetti, ricordi. Debutterà nell’ambito del festival Primavera dei Teatri – “Totale”, l’ultimo lavoro scritto e diretto da Pier Lorenzo Pisano, autore pluripremiato per la nuova sceneggiatura e drammaturgia tra cui i premi Riccione, Solinas, Tondelli, Hystrio.

 

Una produzione Cranpi con Gioia Salvatori e Andrea Cosentino, Premio speciale Ubu 2018, in scena sabato 1 giugno alle 19:30 al Teatro Vittoria di Castrovillari (CS).

 

“Totale” è la storia di un amore finito. In scena, lui e lei. Due voci ironiche e malinconiche decostruiscono le loro vite e la loro relazione attraverso le cianfrusaglie che le hanno circondate, nel tentativo impossibile di scomporre e dare un valore ad ogni momento insieme, cercando di dare un senso alla fine.

 

Un progetto nato da un vero e proprio scontrino, scritto da Pisano durante il lockdown, che ripercorre una relazione ormai conclusa attraverso i piccoli acquisti della quotidianità. Per ogni oggetto dell’elenco c’è un piccolo racconto dal quale emerge l'importanza dei piccoli istanti e il rimpianto di un passato condiviso. Un elenco necessariamente incompleto, parziale e sofferto, che omette e vede la realtà soltanto da un punto di vista.

 

Nello spettacolo, una coppia ridiscute tutto quello che è stato, nella loro storia, nelle loro identità e nel mondo intorno, attraversando lo spazio e il tempo: dal mesozoico al Settecento, passando per i primi denti da latte, fino al momento della rottura, nel susseguirsi dei luoghi che hanno fatto da sfondo alla loro relazione, grazie alle scene di Rosita Vallefuoco, finalista ai Premi Ubu 2023 per la migliore scenografia, alle musiche originali di Francesco Leineri, le luci di Raffaella Vitiello e i costumi di Raffaella Toni

 

«Le parole che si dicono su un palco creano la realtà, il passato e il futuro – scrive Pier Lorenzo Pisano nelle note al testo –. Due voci impastano le loro parole per creare un mucchio di ricordi, nel tentativo di farli impigliare e sommare in un unico, nuovo, totale. Due linguaggi si uniranno per creare una storia d’amore che nasce e finisce, tra risate, dolori, cianfrusaglie».

 

Dopo il debutto a Castrovillari, “Totale” sarà in scena il 20 luglio anche a Sansepolcro (AR) per Kilowatt Festival 2024 e a Roma al Teatro Basilica dal 27 febbraio al 9 marzo 2025.

 

“Totale” è una produzione Cranpi, realizzata con il contributo di MiC – Ministero della Cultura, in collaborazione con Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa e con il sostegno di Teatro Biblioteca Quarticciolo e Gruppo della Creta.

 


 

Ultimi Post

Le idee espresse dagli opinionisti non necessariamente debbono coincidere con quelle del direttore e dell’editore di Calabriapost.net 

..........................

 Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete  a direttore@calabriapost.net

 

top