unci banner

:: NEWS

Al reggino Emilio Buttaro il premio "Stelle di Calabria"

Al reggino Emilio Buttaro il premio "Stelle di Calabria"

Il prestigioso premio "Stelle di Calabria" giunto alla quinta edizione sarà assegnato al giornalista reggino Emilio Buttaro, collaboratore di diverse testate italiane e straniere e presentatore di eventi nazionali. La...

Concorso di narrativa "Italo Falcomatá" del DLF, prorogato al 30 settembre il termine di partecipazione

Concorso di narrativa "Italo Falcomatá" del DLF, prorogato al 30 settembre il termine di partecipazione

Gli scrittori che vorranno partecipare alla settima edizione del concorso di narrativa “Italo Falcomatà” avranno un po’ di tempo in più per lavorare alla propria opera. Infatti, l’associazione “Dopolavoro ferroviario”,...

Scilla jazz festival chiude insieme a Derive Festival col reading di Ettore Castagna

Scilla jazz festival chiude insieme a Derive Festival col reading di Ettore Castagna

Scilla jazz festival chiude l’edizione 2019 e saluta il suo pubblico con un concerto evento organizzato insieme a Derive Festival. Dopo le quattro giornate dense e fitte di concerti che...

Kaulonia Tarantella Festival: Mimmo Morello e Fantafolk tra greco e grecanico

Kaulonia Tarantella Festival: Mimmo Morello e Fantafolk tra greco e grecanico

Il Kaulonia Tarantella Festival 2019 entra nel vivo. Blu come il mare, greco come il mito e come la serata di lunedì 19 agosto in cui le inconfondibili sonorità elleniche...

compra calabria

Sei qui: HomePOLITICAPotere al Popolo RC denuncia l'esistenza diffusa di Barriere Architettoniche e Sensoriali in tutto il territorio della Città Metropolitana

Potere al Popolo RC denuncia l'esistenza diffusa di Barriere Architettoniche e Sensoriali in tutto il territorio della Città Metropolitana

Pubblicato in POLITICA Sabato, 19 Gennaio 2019 11:50

"Potere al Popolo di Reggio Calabria" denuncia l'esistenza diffusa di Barriere Architettoniche e Sensoriali in tutto il territorio della Città Metropolitana. Come Potere al Popolo di Reggio Calabria, convinti che la salute sia un diritto sempre meno tutelato, abbiamo costituito un gruppo di lavoro che si impegna sui problemi dei diritti socio-sanitari. Nella nostra città la salute è un diritto negato, nonostante la nostra Costituzione, all'art. 32, reciti: "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti".

Nella nostra attività, abbiamo individuato come impegno prioritario il problema della lotta alle Barriere Architettoniche (ostacoli per le persone con disabilità motoria) e sensoriali (ostacoli per persone ipovedenti e cieche).

Come prima iniziativa abbiamo realizzato un censimento dei siti ove insistono questi manufatti che costituiscono impedimento alla libera circolazione delle persone con disabilità, oltre che essere ostacoli anche per chi liberamente vorrebbe spostarsi in città, nelle strade e negli uffici pubblici e negli esercizi privati, come le mamme che accompagnano una carrozzella oppure gli anziani con limitata capacità fisica o le persone incidentate.

Il nostro impegno vuole essere certamente di critica e di denuncia della presenza di "ostacoli" fisici in città ma abbiamo l'ambizione di svolgere una funzione propositiva: dicendo alle persone con disabilità che hanno strumenti di iniziativa per esigere la messa a norma dei siti che impediscono l'esercizio di diritti fondamentali come quello del libero movimento e dell'accesso agli uffici pubblici ed agli esercizi privati; dicendo agli amministratori pubblici che hanno il dovere di adoperarsi per mettere a norma i Palazzi ed i servizi pubblici e che debbano procedere, oltre che al censimento delle barriere architettoniche e sensoriali, alla realizzazione di un piano programmatico per la messa a norma e per l'eliminazione delle "Barriere" stesse.

La legge mette in capo al Comune l'obbligo dell'iniziativa per la messa a norma degli edifici pubblici, delle strade e degli istituti scolastici che rientrano nell'obbligo scolastico.

Oltreché il Comune ha anche competenze sulle strutture private che svolgono servizio pubblico in termini di concessioni edilizie e di verifica dell'agibilità.

Il Comune di Reggio Calabria ha approvato una delibera di giunta (n° 56 del 4 aprile 2016) dal titolo impegnativo: "LINEE DI INDIRIZZO PER LA PREDISPOSZIONE E LA REALIZZAZIONE DEL PIANO PER L'ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE (P.E.B.A.) DEL COMUNE DI REGGIO DI CALABRIA".

Nella realtà, purtroppo, non ci risulta che abbia abbattuto molte "Barriere".

Anzi, strutture come Palazzo San Giorgio, sede del Comune, rimangono totalmente non accessibili alle persone con disabilità motoria come anche la struttura dei Servizi Sociali ubicata al Cedir.

Impera in ogni dove l'idea che l'inerzia rispetto agli obblighi di legge sia senza sanzione. Invece: (dispone il comma 7 dell'articolo 24 della legge 104/1992 (ora art. 82 DPR n° 380/2001) che tutte le opere realizzate negli edifici pubblici e aperti al pubblico (che è concetto più ampio dell'uso pubblico, comprendendo anche attività private, come ristoranti, alberghi, cinema, teatri, etc.) in difformità dalle vigenti disposizioni in materia "di accessibilità e di eliminazione delle barriere architettoniche, nelle quali le difformità siano tali da rendere impossibile l'utilizzazione dell'opera da parte delle persone handicappate, sono dichiarate inabitabili e inagibili". Aggiunge la norma che "il progettista, il direttore dei lavori e il responsabile tecnico degli accertamenti per l'agibilità o l'abitabilità ed il collaudatore, ciascuno per la propria competenza, sono direttamente responsabili. Essi sono puniti con l'ammenda da lire 10 milioni a lire 50 milioni e con la sospensione dai rispettivi albi professionali per un periodo compreso da uno a sei mesi".

Gruppo Socio-Sanitario di Potere al Popolo di RC

Rc 19 gennaio 2019

Letto 205 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Potere al Popolo: nomina insegnati di sostegno, evitare che i ragazzi restino senza il supporto previsto per legge

    In prossimità dell'apertura dell'anno scolastico, vorremmo che non si riproponga il solito copione che vede ogni anno ritardare l'assegnazione degli insegnanti di sostegno a favore dei ragazzi con disabilità,
    visto che la legge 104/92 all'art. 3 commi 1 e 3, prevede che ogni istituzione scolastica determini il numero degli alunni con disabilità certificata e valuti la gravità ed i bisogni di ogni singolo caso, per la successiva assegnazione del monte ore di sostegno.
    Potere al Popolo! Reggio Calabria chiede pertanto alle Istituzioni interessate (Scuole dell'Infanzia, Primaria, Secondaria di Primo e Secondo Grado), di procedere velocemente all'individuazione degli operatori
    da allocare a supporto di questi ragazzi che hanno diritto e bisogno di una particolare attenzione, educativa e scolastica.

  • Chiusura Hospice, Potere al Popolo: vogliamo che sia garantita la continuità assistenziale!

    In merito alla paventata imminente chiusura dell'Hospice "Via delle Stelle" di Reggio Calabria, Potere al Popolo! ritiene sia necessario compiere ogni possibile sforzo per garantire il diritto dei cittadini a poter avere riconosciuta la "continuità assistenziale", soprattutto per i pazienti con malattia in fase terminale o post acuzie, e a salvaguardare i livelli occupazionali e le diverse professionalità che i questi anni hanno assicurato servizi fondamentali. Nello scontro che si è aperto tra l'ASP di Reggio Calabria e la Fondazione Via delle Stelle non possono e non devono essere malati e lavoratori a pagarne le conseguenze.

  • Potere al Popolo Reggio Calabria sul dissesto dell'ASP 5 e lo sfascio del diritto alla salute

    Lo stato di sfascio in cui si trova il sistema dei servizi sanitari nell'ambito dell'ASP 5 di Reggio Calabria pare ormai irreversibile e i commissari, nominati dal Governo per le infiltrazioni della 'ndrangheta, hanno proceduto con la richiesta di dissesto finanziario: i debiti pregressi accertati sarebbero superiori a 400 milioni di euro! L'ASP 5 vive in una situazione di cronica disfunzione amministrativa e gestionale, basti ricordare che i bilanci non risultano approvati dal 2013. In questa situazione non è semplice nemmeno avere contezza delle spese fatte e della loro legittimità. Dai riscontri dei commissari, risulterebbero liquidate fatture per ben tre volte a fornitori privati di servizi. E questa non è una novità visto che questo tipo di truffa era già stata denunciata nel 2015, ma a quanto pare nessuno vi aveva posto un freno.

  • Sospensione servizio laboratorio di analisi Asp 5, Potere al Popolo: "gravità eccezionale"

    Potere al popolo! Reggio Calabria non avrebbe mai voluto leggere l'odierno cartello con su scritto "le attività del laboratorio sono sospese per mancanza del tecnico biomedico" nel portone del presidio sanitario di via Willermin! Infatti, il laboratorio di analisi cliniche dell'Asp 5 sito in Via Willermin a Reggio Calabria ha sospeso a tempo indeterminato le proprie attività a far data dalla giornata odierna! La chiusura odierna non è stata come un fulmine a ciel sereno, visto che i Commissari dell'Asp, pochi giorni fa hanno tolto l'unico tecnico di laboratorio in servizio trasferendolo alla struttura di Locri, lasciando così sguarnita la sede di via Willermin.

  • Potere al Popolo: in piazza per una scuola pubblica, laica e solidale

    Si sono svolti in contemporanea in tutta Italia, e anche a Reggio Calabria, presìdi in solidarietà a Rosa Maria Dell'Aria, la professoressa di Palermo colpita da un provvedimento infame, per aver solo fatto il suo lavoro di insegnante.
    Con studenti e docenti abbiamo voluto ribadire che la scuola è un luogo di esercizio del pensiero, della critica e anche del dissenso. La scuola può e deve fornire gli strumenti per emanciparsi dalla repressione e dall'oppressione del potere e dei governi, per essere parti pensanti della società e contribuire alla sua costruzione, indipendentemente dalla propria estrazione sociale: per questo da molto tempo è costantemente sotto attacco, politico ed economico, attraverso miliardi di continui tagli.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.